January 24, 2018

 

 

Beppe Grillo ai giornalisti:

”fate la distinzione tra chi dice le stesse cose e chi le dice queste cose! E’ una distinzione fondamentale” ”non fidatevi!”

Prendiamo quelli dei partiti (parliamo di Sel e di altre sinistre, del Pd e della Lega, di Ncd e compagnia bella) che utilizzano le nostre stesse parole su ambiente, reddito sociale, inceneritori, diserbanti e quant’altro: ”noi le usiamo in modo sincero queste parole” dice Grillo,  ma non fidatevi degli altri.

C’è ancora chi non ha ben capito una semplice regola del codice di comportamento, che è solo del m5s: ”i gruppi parlamentari del MoVimento 5 Stelle non dovranno associarsi con altri partiti o coalizioni o gruppi se non per votazioni su punti condivisi”

Perciò, attenti alle parole nostre pronunciate da altri.

”Parole nostre pronunciate da altri”

La storia delle persone parla per loro, così come la storia dei partiti parla per loro.  Le persone che prendono parte attiva nei partiti assoggettati alla vecchia politica, hanno con sè e in sè la storia di quel partito.

Le associazioni non sono altro che sodalizi.  Il m5s non fa sodalizi con chi usa la politica come utile mezzo per una carriera personale, allo scopo di influenzare benevolmente la situazione economica propria e degli ”amici”.  Chi accoglie l’idea rivoluzionaria di onestà del m5s, deve necessariamente comprendere pochi semplici ma essenziali concetti.

L’equivocità dei partiti, la loro ipocrisia, li porta ad usare le stesse parole del moVimento verso il moVimento, per accalappiarne i punti deboli. Un autentico cittadino 5 stelle, un soggetto consapevole e veramente indignato, non scivola in questi subdoli giochetti di parole: comincino col tagliarsi lo stipendio e rinuncino ai vitalizi.

Ebbene si: il m5s è fatto di intelligenze e semplicità.

Di Battista vs… altri!

 

www.gerardodemartinomovimento5stelle.it

 

 

 

Comments are closed.