January 24, 2018

Al voto al voto!!

 

Eccoci di nuovo al voto!

Stavolta è durata cinque anni, ma con un cambio di guardia al vertice: Renzi cambia con Gentiloni. Lo fa per non morire subito, per avere ancora un pò di tempo e sistemare alcune cosette.

Nel frattempo fango e bufale quotidiane su m5s, primo partito d’Italia. I vecchi fedifraghi hanno paura e lo definiscono pericoloso.

Un pericolo certo, per loro, che spariranno assieme ai  privilegi accumulati in trent’anni di potere politico volto alla svendita del Paese e alla tutela dei propri personali interessi.

Le cosiddette sinistre hanno piazzato, nei cimiteri degli elefanti, ovvero in quelle poltrone pubbliche, con stipendi da capogiro,  i propri parenti,  nutrendo a sbafo i lobbisti.  Hanno votato in favore della svendita dei nostri beni primari, acqua, scuola, sanità, lavoro ecc, e legiferato per rendere impossibile catturare i corrotti delle pubbliche amministrazioni.  Parimenti hanno fatto le cosiddette destre, sedicenti avversarie, legiferando con e per le mafie, pur di mantenere alti i benefici della politica verso le proprie aziende di famiglia i propri beni materiali e il potere politico che ne garantisce il successo.

Con il disfacimento delle sinistre, Pd e sodali, con gli scandali agli apici, nelle banche e nel giornalismo, con la recrudescenza delle mafie, e con la perdita pressocchè completa della fiducia nelle istituzioni da parte di un popolo stremato dalla povertà e dalla disoccupazione,  con l’avvento impetuoso e forte del m5s,  ci prepariamo ad un nuovo cambiamento, verso una terza Repubblica.

Il 4 marzo 2018 si torna al voto. Sarà il giorno del redde rationem della Repubblica Italiana. Il popolo dovrà scegliere e ci auguriamo che lo faccia in massa.

Seppur non possiamo scegliere liberamente i nostri candidati,  possiamo scegliere il nostro simbolo. Quello del partito che ci rappresenterà o che rappresenteremo.

Il m5s è l’unico partito possibile. Ha dimostrato capacità, forza e competenza, ma soprattutto onestà morale e attenzione ai cittadini. Ha restituito denari invece che prenderne, ha creato impresa invece che suicidi, ha proposto e sostenuto un reddito di cittadinanza pari alla soglia di povertà e non al di sotto. Vuole abolire il jobs act, la legge Fornero e gli scandalosi vitalizi perpetui ai politici. Il m5s è attento alla salute dell’ambiente e dei cittadini. Guarda al futuro dei giovani, perchè è giovane. Mette a disposizione del popolo un programma condiviso e ben spiegato, che rende gli elettori consapevoli.

Il m5s candida persone incensurate, pulite e non avvezze alla politica del passato, non assuefatte ai vecchi metodi ricorrenti alle corruttele e ai compromessi.

Il capo politico del m5s è un ragazzo di trent’anni. Come deve essere. Un ragazzo che rappresenta simbolicamente tutti i nostri figli. Un ragazzo intelligente e dinamico, Luigi Di Maio,  che porta in sè tutte le speranze dei nostri ragazzi, e che si è fatto carico dei  loro sogni, sfregiati e spezzati dalle manovre falliche e bugiarde di un paio di burattini cazzari.

Non facciamoci beffare dalle bufale, notizie false, sul m5s 

Leggi il programma di Governo del  M5S

gerardodemartino

 

 

Comments are closed.