January 24, 2018

Amministrative Regione Sicilia 2017

Vince Nello Musumeci per un pugno di voti in più, pare solo 10mila.

Il m5s è il primo partito con 20 seggi in consiglio regionale.

Musumeci è potuto entrare, dalla porta principale, grazie a una coalizione tra vecchie leve di destra, cosiddetta, trainata dal ritorno di Berlusconi.  Il Partito Democratico, cosiddetto, perde clamorosamente. Ma osserva e appoggia.

Tra i consiglieri neo eletti, tranne quelli del m5s, non ce n’è uno che non abbia avuto a che fare con processi penali, indagini, rinvii, condanne e arresti, per reati collegati alle cosche. Ma, Musumeci, in campagna elettorale, alza le mani e le mostra al popolo: sono pulite!! Certamente ci dirà, durante il suo mandato, quale saponetta usa!

Pulito è sicuramente il cielo sicilano, l’azzurro del mare e il verde dei monti, il popolo siciliano e la poesia che ne emana dai volti solcati dal sole, le sue mani salmastre, scure e contadine, di gente forte e intensa.

E’ sulla Sicilia che vogliamo volare… è sul cuore dei siciliani che ci vogliamo assopire… tra profumi e colori di una Terra che rinasce.

Messina, 1898

C’è qualcosa di nuovo oggi nel sole,
anzi d’antico: io vivo altrove, e sento
che sono intorno nate le viole.

Son nate nella selva del convento
dei cappuccini, tra le morte foglie
che al ceppo delle quercie agita il vento
.

Si respira una dolce aria che scioglie
le dure zolle, e visita le chiese
di campagna, ch’erbose hanno le soglie:

un’aria d’altro luogo e d’altro mese
e d’altra vita: un’aria celestina
che regga molte bianche ali sospese…

sì, gli aquiloni! E’ questa una mattina
che non c’è scuola. Siamo usciti a schiera
tra le siepi di rovo e d’albaspina…

Gerardo De Martino -blog-

ullapassarelli.it  

 

Comments are closed.